Articoli

La nostra bocca “registra” di aver mangiato qualcosa quando partecipa attivamente al processo, non semplicemente deglutendo, per questo una buona parte del piacere di mangiare deriva dalla masticazione. In questo articolo descrivo i vantaggi dello Slow Eating (mangiare lentamente), principale pilastro su cui si appoggia l’Alimentazione Consapevole e condivido alcuni facili accorgimenti utili per allenarsi a rallentare il ritmo a tavola, seguendo le indicazioni della grande maestra Zen e mia diretta insegnante Jan Chosen Bays, autrice del libro Mindful eating : a guide to rediscovering a healthy and joyful relationship with food.

[CONTINUA A LEGGERE]

Alimentazione e stress

Come descrive Marc David (Institute for the Psychology of Eating) nel libro The slow down diet, mangiare cibi sani è solo metà dell’equazione di una buona alimentazione: l’altra metà dipende da se stiamo mangiando sotto stress, o se al contrario ci troviamo in un stato psicofisico ideale per digerire e assimilare gli alimenti. La vitamina T di «tempo» da dedicare ai pasti è un supernutriente essenziale per gustare il cibo e favorire una corretta digestione.

[CONTINUA A LEGGERE]

mindful eating

La disciplina del Mindful Eating focalizza l’attenzione piena all’atto del mangiare e  ci aiuta a recuperare una relazione piú consapevole, piú pacifica e piú sana con il nostro corpo e con il cibo,  e a migliorare il nostro benessere integrale.

[CONTINUA A LEGGERE]